Malgrado fossero passati quarant’anni dalla prima apparizione di Samantha Smith sugli schermi sovietici, mi ricordo nettamente il suo splendido sorriso che neanche la guerra fredda riuscì ad offuscare.Lei, una bambina americana di dieci anni, sorrideva come se ti abbracciasse. Non un classico sorriso americano, pur abbagliante e luminosissimo. Lei irradiava meraviglia e stupore di quello che vedeva attorno a sé, era felice di rovesciare l’o...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

“It’s like the tide, Jo, when it turns, it goes slowly–but it can’t be stopped.” Louisa May Alcott, Little Women There is a right time for everything, don’t resist in terror the ebb and the flow of life....

1 commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

Я бы прислал вам букет из хорошо отточенных карандашей. Осенью. Когда падают листья, загоревшие или сгоревшие от летней жары. Наполненные памятью об отпуске, о тех людях, с которыми, может быть, мы и не встретимся больше никогда. А чашка для долгих ...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

Картинка, не фотография. Картинка, не картина. Как «Картинки с выставки» Модеста Мусоргского. И подушечный кот, сказочный. Смотрит завороженный, хотя обычно бывает наоборот. Много света, теплого, от стен, от уютной торшерной лампы. Но! Красный паке...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

Era una foto di parecchi anni fa ma conservava, malgrado tutto, la freschezza dei colori, più che la loro nitidezza; trasmetteva quella gradevole sensazione di compiutezza e precisione morbida. Non appuntita. Evocava viaggi lontani e quelli più a portata di mano, mescolando i nomi a me cari e ogni nome aveva la sua linearità, la propria gradazione cromatica. Avvolgente e ricca di significato....

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

Piaceri (Bertolt Brecht) Il primo sguardo dalla finestra al mattino, il vecchio libro ritrovato, volti entusiasti, neve, il mutare delle stagioni, il giornale, il cane, la dialettica, fare la doccia, nuotare, musica antica, scarpe comode, capire, musica moderna, scrivere, piantare, viaggiare, cantare, essere gentili....

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

La scienza del vedere che non è scienza (Fernando Pessoa) Sono un guardiano del gregge, il gregge sono i miei pensieri, e i miei pensieri sono tutti sensazioni.Penso con gli occhi e con le orecchie e con le mani e coi piedi e con il naso e con la bocca.Pensare un fiore, è vederlo e respirarlo. E mangiare un frutto è saperne il senso. Ecco perché quando un giorno di caldo mi sento triste di goderne tanto, e mi stendo completamente nell’e...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

“Il paese delle lacrime è così misterioso” Le lacrime. Piango perché sono capace di cedere all’emozione e quindi sono forte oppure non lo sono e resisto?Piango e non temo gli occhi rossi, il naso che cola, le guance rigate dal mascara. Non piango e non temo gli occhi rossi, il naso che cola, le guance rigate dal mascara. Catarsi, liberazione, melodramma, ricatto, dolore. Quale parte è mia? E quanto mio c’è in ogni parte? “Se in un ...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

Quando il tentativo si trasforma in tentazione. “L’ultima tentazione è il tradimento più grande: fare la cosa giusta per la ragione sbagliata.” T.S.Eliot...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto

I’m always in a hurry to get things done. “Time may be a great healer, but it’s a lousy beautician.” Dorothy Parker...

Nessun commento Olga Gladiscieva Leggi tutto
Yuri Gagarin

Il 12 aprile 1961, alle 9:07 ora di Mosca, dalla base spaziale di Bajkonur in Kazakistan decollava la Vostok 1, prima navicella spaziale con equipaggio umano. All’interno della capsula, guidato da Terra, c’era l’uomo che in seguito sarebbe stato ribattezzato il “Cristoforo Colombo dei cieli”: il pilota sovietico appena 27enne Jurij Gagarin....

Samantha Smith

Malgrado fossero passati quarant’anni dalla prima apparizione di Samantha Smith sugli schermi sovietici, mi ricordo nettamente il suo splendido sorriso che neanche la guerra fredda riuscì ad offuscare.Lei, una bambina americana di dieci anni, sorrideva come se ti abbracciasse. Non un classico sorriso americano, pur abbagliante e luminosissimo. Lei irradiava meraviglia e stupore di quello che vedeva attorno a sé, era felice di rovesc...

Ebb and flow
Appunti di viaggio , Words&Drops / Agosto 30, 2022

“It’s like the tide, Jo, when it turns, it goes slowly–but it can’t be stopped.” Louisa May Alcott, Little Women There is a right time for everything, don’t resist in terror the ebb and the flow of life....

Букет

Я бы прислал вам букет из хорошо отточенных карандашей. Осенью. Когда падают листья, загоревшие или сгоревшие от летней жары. Наполненные памятью об отпуске, о тех людях, с которыми, может быть, мы и не встретимся больше никогда. А чашка для до...

Картинка

Картинка, не фотография. Картинка, не картина. Как «Картинки с выставки» Модеста Мусоргского. И подушечный кот, сказочный. Смотрит завороженный, хотя обычно бывает наоборот. Много света, теплого, от стен, от уютной торшерной лампы. Но! Красный...

Bambini

Era una foto di parecchi anni fa ma conservava, malgrado tutto, la freschezza dei colori, più che la loro nitidezza; trasmetteva quella gradevole sensazione di compiutezza e precisione morbida. Non appuntita. Evocava viaggi lontani e quelli più a portata di mano, mescolando i nomi a me cari e ogni nome aveva la sua linearità, la propria gradazione cromatica. Avvolgente e ricca di significato....

Piaceri
Appunti di viaggio , Specchio riflesso / Febbraio 11, 2022

Piaceri (Bertolt Brecht) Il primo sguardo dalla finestra al mattino, il vecchio libro ritrovato, volti entusiasti, neve, il mutare delle stagioni, il giornale, il cane, la dialettica, fare la doccia, nuotare, musica antica, scarpe comode, capire, musica moderna, scrivere, piantare, viaggiare, cantare, essere gentili....

Scienza del vedere
Specchio riflesso / Febbraio 4, 2022

La scienza del vedere che non è scienza (Fernando Pessoa) Sono un guardiano del gregge, il gregge sono i miei pensieri, e i miei pensieri sono tutti sensazioni.Penso con gli occhi e con le orecchie e con le mani e coi piedi e con il naso e con la bocca.Pensare un fiore, è vederlo e respirarlo. E mangiare un frutto è saperne il senso. Ecco perché quando un giorno di caldo mi sento triste di goderne tanto, e mi stendo completamente ne...

Tears no fears

“Il paese delle lacrime è così misterioso” Le lacrime. Piango perché sono capace di cedere all’emozione e quindi sono forte oppure non lo sono e resisto?Piango e non temo gli occhi rossi, il naso che cola, le guance rigate dal mascara. Non piango e non temo gli occhi rossi, il naso che cola, le guance rigate dal mascara. Catarsi, liberazione, melodramma, ricatto, dolore. Quale parte è mia? E quanto mio c’è in ogni parte? ...

Trasformazione
Appunti di viaggio , Words&Drops / Dicembre 18, 2021

Quando il tentativo si trasforma in tentazione. “L’ultima tentazione è il tradimento più grande: fare la cosa giusta per la ragione sbagliata.” T.S.Eliot...